Azienda

Enex Srl / Azienda

Enex

Fondata nel 2004, Enex progetta e sviluppa esclusivamente sistemi frigoriferi ad alta efficienza che utilizzano fluidi frigorigeni naturali, in particolare l’anidride carbonica (CO2). Enex è stata la prima azienda al mondo con questo obiettivo e ha rivoluzionato il settore della refrigerazione. Per questo motivo l’azienda è considerata un leader tecnologico e può vantare un ruolo di eccellenza nel mercato della refrigerazione commerciale e industriale.

Enex, dall’inizio della sua attività, ha installato oltre un migliaio di impianti frigoriferi transcritici. Si tratta di impianti che utilizzano CO2 come unico refrigerante. Tali impianti sono installati in tutte le condizioni climatiche e coprono la maggior parte delle applicazioni in refrigerazione e condizionamento/climatizzazione.

Enex dispone oggi di una vasta gamma di prodotti:

  • Centrali di refrigerazione per applicazioni commerciali
  • Brine/Water chillers
  • Pompe di calore per il riscaldamento di acqua sanitaria
  • Sistemi di refrigerazione industriale (per centri distribuzione e/o complessi di celle refrigerate)
  • Sistemi frigoriferi per tunnel di congelamento
2004
Anno di fondazione
1050
Impianti transcritici installati
20
Paesi nel mondo in cui è presente

Sistemi a CO2

L’utilizzo di anidride carbonica come refrigerante è la soluzione più indicata per contenere al minimo l’impatto ambientale della refrigerazione e in generale del settore HVAC.
La CO2 è stata inizialmente utilizzata nella refrigerazione e per il condizionamento dell’aria a partire dagli anni ‘50 del 1800. Il suo utilizzo ha raggiunto l’apice tra il 1920 e il 1930. Dagli anni ‘30 il suo impiego si è progressivamente ridotto a causa dell’immissione sul mercato dei refrigeranti sintetici, i cosiddetti clorofluorocarburi (CFC) e idrofluorocarburi (HCFC). A fronte di una maggiore semplicità di utilizzo si è dimostrato che tali fluidi hanno un elevatissimo impatto ambientale. Alcuni di questi hanno portato alla riduzione dello strato di ozono atmosferico mentre altri si sono dimostrati dei potenti “gas serra”. Per questo motivo, a partire dagli anni ‘90, il settore della refrigerazione è stato protagonista di un’intensa attività di ricerca e sviluppo per reintrodurre i refrigeranti “naturali”, usati fino dagli albori della refrigerazione.
L’anidride carbonica in particolare è stata al centro di tale evoluzione ed Enex è stato uno dei protagonisti di questo sviluppo.
Date le sue proprietà, molto particolari e talvolta uniche, l’anidride carbonica utilizzata come refrigerante è considerata un fluido ‘speciale’ e richiede soluzioni impiantistiche particolari per un utilizzo efficiente e sicuro.

Tra i vantaggi della CO2 come refrigerante si trovano:

Basso costo

Ampia disponibilità in tutto il mondo

Non è dannosa per l’ambiente

Non è tossica

Non è infiammabile

Non è, e non sarà mai, soggetta a restrizioni legislative

Non contamina gli alimenti con i quali entra in contatto (a differenza dell’ammoniaca)